Inizio

9:30 am

venerdì, aprile 17, 2020

access_time
Fine

5:30 pm

venerdì, aprile 17, 2020

access_time
Indirizzo

Sede da definire

location_on

Descrizione evento

L’incontro con Matteo Rampin è incentrato sulla riflessione e sulla comprensione, anche grazie a esperienze pratiche effettuate in aula, dei meccanismi con cui la mente imposta i problemi in modi controproducenti rispetto alla loro soluzione. Infatti la logica ordinaria, che tutti seguiamo automaticamente, contiene una serie di “siti di vulnerabilità” invisibili, che ci inducono facilmente in errore.
Per risolvere i problemi complessi è necessario padroneggiare logiche inusuali e apparentemente paradossali, che si basano proprio sull’evitamento consapevole di queste scorciatoie, degli automatismi mentali e dei tunnel cognitivi.

Il focus

L’incontro ha come obiettivo principale l’esplorazione dei meccanismi automatici con cui gli esseri umani ricostruiscono la realtà nella loro mente, in parte deformandola a causa di pregiudizi, stereotipi e vincoli cognitivi. Saranno illustrati alcuni dei modi in cui cadiamo in trappola nel momento in cui ci poniamo di fronte a un problema professionale, famigliare, relazionale, e si discuteranno le principali linee guida pratiche per sventare gli attacchi dei “nemici interni” e impostare i problemi nel modo migliore grazie all’utilizzo di logiche non ordinarie e paradossali, che permettono di inquadrare la realtà da prospettive tanto utili quanto sorprendenti.

Matteo Rampin

 Matteo Rampin è uno psichiatra e psicoterapeuta, consulente aziendale sulle tematiche della persuasione e del problem solving non convenzionale, della comunicazione e dell’innovazione . Nei suoi libri, più di trenta, vengono trattati ed analizzati gli approcci degli esperti di strategia militare, degli enigmisti, degli illusionisti, delle spie e degli scrittori di libri gialli, tutte professionalità che prevedono il quotidiano rovesciamento della logica ordinaria quale meccanismo per la soluzione dei problemi, da quelli più semplici e ordinari a quelli più spinosi e complessi.

Evento precedente          Evento Successivo