Inizio

9:15 am

lunedì, giugno 22, 2020

access_time
Fine

5:00 pm

lunedì, giugno 22, 2020

access_time
Indirizzo

Sede da definire

location_on

EVENTO RINVIATO A DATA DA DEFINIRE

Descrizione evento

Essere coach di una squadra di pallavolo vuol dire essere in grado di coniugare sapientemente e ogni volta in maniera diversa “arte e scienza”. E’ questa la frase che Ferdinando De Giorgi ha fatto propria nel corso della sua lunga carriera, di atleta prima, e di allenatore poi. Lo sport della pallavolo funziona come un sistema complesso, ogni volta che un elemento dell’ingranaggio si muove, inevitabilmente tutti gli altri elementi collegati cambiano il loro assetto. Il coach deve essere in grado, ogni volta, di percepire il cambiamento, se non proprio anticiparlo, e ripristinare l’equilibro, trovando il giusto compromesso tra ciò che conosce e il modo e i tempi in cui lo applica.

Il focus

“Equilibrio” sarà la parola chiave dell’incontro con De Giorgi. Nel corso della giornata, si partirà dalle esperienze vissute dall’allenatore per approfondire le tematiche legate alla gestione delle persone. Prendendo come spunto i due anni di lavoro a Cuneo, in cui il tecnico ha rivestito il duplice, e quanto mai delicato, ruolo di giocatore-allenatore, si affronterà la questione della costruzione di un team, per arrivare a parlare di una tematica, altrettanto spinosa, ma quanto mai necessaria, legata alla valutazione dei propri giocatori.
Sebbene nella pallavolo le fasi di diagnosi e programmazione siano ormai supportate da statistiche e numeri, che lasciano poco spazio alla soggettività, la consapevolezza che la gestione degli atleti non sia pura matematica è altrettanto scontata.

Ferdinando De Giorgi

Ferdinando De Giorgi è un ex pallavolista italiano, attualmente allenatore di una squadra di pallavolo polacca.La sua carriera di giocatore, iniziata nel 1977, l’ha visto partecipe attivo con la Nazionale Italiana della vittoria di gran parte dei trofei vinti dalla cosiddetta “Generazione di Fenomeni”.
Con 330 presenze con la maglia azzurra, De Giorgi infatti ha preso parte alle tre spedizioni vincenti dell’Italia ai Mondiali del 1990, 1994 e 1998, prendendo l’appellativo de “L’eroe dei tre mondi”, per essere stato in grado di vincere tre mondiali in tre continenti diversi.
Ultimata la carriera di atleta, dal 2002 ha intrapreso quella di allenatore a tempo pieno, seguendo squadre come Perugia Volley, Lube, Umbria Volley e approdando infine all’estero, in Russia prima e in Polonia poi.

Evento precedente          Evento successivo